Santi + animali – Xilografie e pittura di Susanne Isabel Bockelmann

Gli animali hanno a che fare con gli uomini e gli uomini con gli animali. Anche i santi non possono sottrarsi all’incontro con le bestie, nonostante la loro scelta di ritirarsi dal mondo. Gli animali incrociano così i ‘disegni’ di vita dei devoti. E nelle leggende agiografiche si può notare persino formalmente un legame degli uni con gli altri. Susanne Isabel Bockelmann ha posato il suo sguardo su bestie e uomini, su animali e uomini santi, e su santi animali e uomini del mondo. Tutto è scambiabile, poiché tutto proviene da una grande e unica creazione.

Questa mostra dovrebbe chiarire questo: la forma in cui il mondo appare diventa la base, profondamente umana, del costrutto stesso che fonda il legame degli uni con gli altri. I santi hanno in ciò un loro specifico ruolo, poiché hanno riconosciuto se stessi, nella creazione, quali creature legate direttamente al proprio creatore. E anche le bestie hanno il proprio ruolo: quali creature soltanto in apparenza non-intelleggibili esse sfiorano quotidianamente la nostra percezione dei sentimenti.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
Sääksmääki – Falco pescatore, incisione in linoleum, 2001

Sulle opere esposte
Le opere di Susanne Isabel Bockelmann prendono vita attraverso una vasta gamma di materiali e tecniche, secondo una sequenza cronologica che va dal disegno alla pittura, al collage sino alle incisioni su legno o su linoleum.

Per la mostra Santi  + Animali è stata fatta una scelta tematica che tocca opere pittoriche e grafiche. I quadri su tela appartengono all’inizio degli anni ’90: lentamente essi si liberano dalla radice tecnica dell’incisione, così come esemplifica la serie dei piccoli elefanti, nata nel 1993. Le prime incisioni di grandi dimensioni, dal titolo “Innuit”, risalgono al 1998, a seguito di un viaggio dell’artista nel Canada settentrionale e in Alaska. Segue la serie “Pferde und Bären” (orsi e cavalli). La grandi incisioni sono create esclusivamente tramite stampa manuale. La tavola di legno o linoleum, precolorata, viene infatti ricoperta con un foglio di carta o vello e poi, centimetro per centimetro, sfregata e pressata sopra semplicemente con le mani o con l’aiuto di una stecca.

Susanne Isabel Bockelmann
Nata nel 1958 a Hameln; dal 1979 al 1984 frequenta le Fachhochschule für Gestaltung a Norimberga e Amburgo; nel 1984 conclude la sua tesi di laurea; 1984 collaborazione con i senzatetto di Amburgo, sul tema “Senzatetto: testi e disegni”, Urachhaus, 1987; dal 1985 vive come libera artista. Abita e lavora a Ebersburg-Ried/Rhön (D).