Oswald Kollreider – L’uomo è dentro l’immagine

Oswald Kollreider è nato nel 1922 a Kartitsch (Tirolo Orientale). Frequenta le scuole dell’obbligo e poi inizia la propria formazione presso Toni Kirchmayr, a Innsbruck poi a Vienna, all’Accademia di Belle Arti, sotto i maestri Sergius Pauser e, per il nudo, Herbert Boeckl. Dopo la guerra partecipa alla Prima mostra di artisti del Tirolo Orientale e negli anni seguenti costantemente alle mostre del Castello di Bruck e della Camera di Commercio. Negli anni ’50 soggiorna a lungo nella regione della Ruhr, in qualità di pittore di miniera. Il suo primo grande viaggio cade negli anni 1958/59, in Turchia. Sono anche gli anni in cui l’artista inizia a liberarsi dai concetti formali di natura strettamente accademica, per introdurre nelle sue opere uno stile pittorico più libero ed espressivo, ma sempre legato al dato realistico. Il fascino delle terre sconosciute lo porta a intraprendere continui viaggi di studio all’estero, sino a Maiorca, Toledo, Asia Minore, Norvegia, Guatemala, Israele, Messico, Kenia, Singapore, Tunisia, sino al Sahara e altrove ancora. Proprio le opere realizzate durante questi viaggi testimoniano la sua capacità di fermare attimi pregnanti sia nei paesaggi che nelle figure, con il disegno o l’acquerello.

Kollreider_Singapur.
Singapore, acquarello su carta, 1977

I fugaci ritratti, soprattutto, fermano i soggetti immersi quasi sempre nelle proprie occupazioni quotidiane, senza posa alcuna. Di contro, i ritratti realizzati in atelier dimostrano la sua capacità magistrale di concentrazione e osservazione profonda. Le numerose mostre a cui partecipa, di rango internazionale, fanno conoscere la sua personalità a un pubblico sempre più vasto.

Nel 2005 il professore Oswald Kollreider dona al Museo Diocesano di Bressanone 45 delle sue opere, rappresentative di un largo spettro della sua attività pittorica a partire dal 1953 sino al 2004. La presente mostra vuole in questo senso mostrare queste opere al pubblico, che avrà la possibilità di goderle in un percorso che le affianca ad altre, concesse in prestito per l’occasione. Inoltre sono esposti opere di Thresl Kollreider, sorella di Oswald.