KW_September2017.1800x900

Opera d’arte del mese di settembre 2017

Madonna col Bambino
Guido Anton Muss (1941–2003), 1998
bronzo; a. 49 cm, l. 22 cm, p. 18 cm
firma sul piedestallo: G. Muss 1998

Il modo di raffigurazione rende immediatamente chiaro che si tratta di una Madonna con Gesù Bambino. La Madonna siede frontalmente su un trono con la spalliera alta e tiene davanti a lei il bambino che sta in piedi sulla coscia destra di sua madre. Entrambi i corpi sono ridotti ad una forma di blocco, e solo le teste di Maria e del Bambino e le mani di Maria sono accentuate, nonostante la loro astrazione, in modo marcato. Questi sono infatti decorati con bronzo dorato e sono inoltre modellati in modo espressivo: entrambe le teste sono rivolte in alto e le mani di Maria tengono saldamente il figlio. Maria e Gesù Bambino guardano nella direzione opposta. Così l’artista creò non solo una tensione formale, ma formulò anche una dichiarazione. Si potrebbe ricordare la risposta di Gesù dodicenne nel tempio: “Perché mi cercavate? Non sapevate che io devo occuparmi delle cose del Padre mio?” (Lc 2,49) Spesso le immagini di Maria con suo figlio divino sono quasi intercambiabili con raffigurazioni di altre madri con i figli. Nel modo in cui però Maria tiene e presenta suo figlio divino e nell’atteggiamento di Gesù, la figura di Guido Anton Muss annuncia già la missione e l’opera di salvezza del bambino.

Guido Anton Muss nacque a Bressanone nel 1941 e morì a Bolzano nel 2003. Le sue figure per lo più colorate e soprattutto femminili si riferiscono alla tradizione scultorea della Val Gardena. Una forte semplificazione e le piccole teste stilizzate caratterizzano le sue opere. Nella figura della Madonna col Bambino, commissionata dal padre dott. Willibald Hopfgartner di Bolzano, l’artista raggiunse una monumentalità e una forza espressiva come la conosciamo dalle sculture romaniche. Questa scultura, un dono recente dei fratelli Hopfgartner alla Hofburg di Bressanone, è un’interessante e degna opera contemporanea che aggiunse le collezioni del Museo Diocesano, riccamente dotate di sculture di questo tema.

La Madonna era di proprietà del Dr. Herbert e di Maria Reiter nata Hopfgartner a Lienz. Dopo la loro morte, i fratelli e le sorelle Hopfgartner hanno accettato il suggerimento del fratello padre Willibald Hopfgartner OFM di donare la figura in memoria dei due defunti al Museo Diocesano Hofburg.

(Testo: Johann Kronbichler)

Presentazione
La figura verrà presentata martedì, 5 settembre 2017, alle ore 16 e sarà esposta fino al 30 settembre 2017.
Ingresso libero per la presentazione.