Unterberger_Theresia.1800x900

Opera d’arte del mese di ottobre 2013

Santa Teresa d’Avila
Olio su tela, 135 x 93 cm
Michelangelo Unterberger
1745–1750 circa
Bressanone, Congregatio Jesu

Il dipinto raffigura santa Teresa d’Avila in estasi. Inginocchiata sul pavimento a riquadri marmorei, è sostenuta nel rapimento da un angelo che le accosta la freccia ardente sul petto. Dal trionfo di nuvole soprastante, si sporge benignamente sulla scena la Santissima Trinità. Al margine inferiore sinistro della composizione, due angioletti distolgono l’attenzione dalle pagine dei grandi volumi su cui sono proni per ammirare l’esaltazione della Santa.

Teresa nasce nel 1515 ad Avila in Spagna nella nobile famiglia Cepeda y Ahumada, prende l’abito monacale all’età di vent’anni all’interno dell‘Ordine carmelitano, da lei successivamente riformato, e muore nel 1582 ad Alba de Tormes sempre in Spagna. Nel 1614 viene beatificata, nel 1617 i Grandi di Spagna la proclamano patrona del Paese e nel 1622 ne viene canonizzata la santità. Celebre per i suoi scritti di natura teologica, rientra a pieno titolo nel novero delle grandi figure femminili della Chiesa cattolica, tanto da essere nominata Dottore della Chiesa nel 1970 da papa Paolo VI.

La grande mistica viene raffigurata solitamente nel saio bruno delle monache carmelitane mentre un angelo traffigge il suo cuore con un dardo fiammeggiante, causa visibile dell’amore dell’anima per Dio. Oltre che in estasi, viene anche raffigurata con il pennino e il libro, simboli della sua funzione di riformatrice dell’ordine del Carmelo, ispirata dalla colomba dello Spirito Santo. La storia dell’arte è ricca di innumerevoli rappresentazioni di santa Teresa, soprattutto nella pittura barocca italiana, come per esempio quella di Sebastiano Ricci a San Gerolamo degli Scalzi a Vicenza e quelle di Giovanni Battista Piazzetta e di Giovanni Battista Tiepolo nella chiesa degli Scalzi a Venezia. La più nota di tutte è forse quella virtuosisticamente scolpita nel marmo da Gian Lorenzo Bernini in Santa Maria della Vittoria a Roma.

Michelangelo Unterberger (Cavalese, 1695 – Vienna, 1758), noto pittore barocco tirolese contemporaneo di Paul Troger, ha trattato più volte nella sua produzione viennese il tema dell’estasi di santa Teresa, avendo Bernini come modello. Un esempio giovanile è la pala d’altare nella parrocchiale di Stramentizzo, mentre un’opera tarda con lo stesso tema è una delle pale laterali nella Basilica di Wilten a Innsbruck. Il dipinto per le Dame Inglesi di Bressanone potrebbe essere stato eseguito negli anni del suo importante incarico per la pala dell’altare maggiore nel Duomo di Bressanone, cioè negli anni 1745/48 circa. Esistono ancora due repliche dell’immagine brissinese, precisamente quella della chiesa parrocchiale di Fulpmes nella valle Stubai e quella di una collezione privata a Budapest.

Presentazione
Il dipinto viene presentato il 1° ottobre 2013 alle ore 16 e verrà esposto per l’intero mese.

Unterberger_Theresia