Opera d’arte del mese di luglio 2016

San Cirillo d’Alessandria
Hubert Zanol (1936–2004), 1992
olio su tavola, 144 x 108 cm
firmato a destra in basso: C.G.f.f. (Carolus Gruber fieri fecit)
e Hubertus Zanol 92

Il dipinto mostra il patriarca e padre della chiesa in piedi e in abiti vescovili. Sulla sua spalla si trova la colomba dello Spirito Santo. A fianco del santo è raffigurata la Madonna con Gesù Bambino. Cirillo partecipava al concilio di Efeso (431) dove sosteneva la tesi della natura divina di Cristo e di Maria come Madre di Gesù-Dio (anzichè Gesù-Uomo). Le tematiche delle sue opere riguardano la Santissima Trinità, la persona e la divinità di Gesù Cristo e la Madonna come madre di Dio.

La raffigurazione del santo sul dipinto rispecchia la sua iconografia tradizionale: vestito da vescovo che tiene il libro nella mano, la colomba che poggia sulla sua spalla e a fianco la Madonna che gli appare. È rappresentato anche Sant’Uberto tra diversi animali presso il fonte sacro che si trovava a San Cirillo di Tiles e che fu venerato dai cacciatori di Monteponente.

Dott. Karl Gruber, responsabile dell’arte sacra e tutela dei beni culturali della diocesi, incaricò l’artista Hubert Zanol di realizzare il dipinto per la chiesa di San Cirillo a Tiles come indicato nell’angolo in basso a destra: C.G.f.f. (Carolus Gruber fieri fecit). Le misure del dipinto corrispondono perfettamente a quelle della pala d’altare barocca, precedentemente rubata. Il dipinto avrebbe dovuto occupare tale posto all’interno della chiesa, ma all’epoca il decano di Bressanone, Leo Munter, era in disapprovazione con tale idea.

L’artista Hubert Zanol nasce nel 1936 a Rodengo e trascorre la sua infanzia in Alto Adige e a Dornbirn. Studia Germanistica all’università di Innsbruck. Contemporaneamente al lavoro di giornalista ed insegnante, incomincia da autodidatta a dipingere e ad occuparsi di grafica. All’inizio degli anni ’70 si trasferisce nella casa paterna a Novacella dove muore nel 2004. Dal punto di vista stilistico si nota l’influsso di Karl Plattner, anche se i suoi dipinti e le sue grafiche presentano un carattere personale che si rifà alla realtà locale. I colori accesi dei suoi dipinti risultano molto affascinanti.

Presentazione
Il dipinto verrà presentato martedì, 5 luglio 2016, alle ore 16 e sarà esposto fino al 31 luglio 2016.
Ingresso libero per la presentazione.