KWM_Juli2015.1800x900

Opera d’arte del mese di luglio 2015

Salvator Mundi (Salvatore del Mondo)

Terracotta, tracce di policromia, cm 42x17x15
1420–1430 circa, Hans von Judenburg (alla maniera di)

Il Salvator Mundi è una delle immagini di Cristo come Maestro e Signore risalente al tardo-antico, sviluppatasi sul finire del Medioevo come tipo iconografico dell’arte cristiana. Il Cristo Salvatore, mostrato eretto o assiso in trono, è raffigurato con la mano destra alzata in segno di benedizione e con la sinistra in atto di reggere il globo crucigero. La rappresentazione a mezzo busto è la più comune; nella versione a figura intera, spesso affiancata da quelle dagli Apostoli, il Cristo reca un vessillo che lo mostra come Redentore del Mondo. I gruppi scultorei di Cristo Salvatore con gli Apostoli, posti principalmente sulle balaustre delle cantorie, sono tradizionalmente rilevabili in Alta Baviera e in Bassa Austria, con esempi a Marktschellenberg, Trausnitz ob Landshut, Klosterneuburg, St. Veit an der Gölsen, Spitz an der Donau e St. Michael in der Wachau.

Riguardo la provenienza del Salvator Mundi presentato, essa è attestata da una proprietà privata del Sud Tirolo. Le caratteristiche esecutive e stilistiche lasciano riconoscere la maniera dell’artista stiriano Hans von Judenburg, così come pure la data d’esecuzione tra il 1420 e il 1430 è probabile.

La figura “in maestà” è modellata finemente nella terracotta, evidenziando particolari minuti quali i panneggi delle vesti e i tratti del viso, incorniciato da una chioma folta e fluente, striata in due bande simmetriche, similmente all’estremità della barba bipartita. Tale dualità rimanda al dogma teologico di Cristo vero Dio e vero uomo, riscontrabile anche nei residui di pigmenti cromatici: il colore rosso scuro della tunica esprime la natura umana del Salvatore, rivestita della regalità divina simboleggiata dal colore blu del manto. Il globo, a cui manca la croce apicale, rappresenta infine il mondo, liberato dalla Morte e dominato dalla volontà di Cristo.

Presentazione
L’opera d’arte viene presentata il 7 luglio alle ore 16 e verrà esposta per l’intero mese.

KWM_Juli2015