Rolle.1800x900

Opera d’arte del mese di giugno 2015

L’esposizione si apre con l’eccezionale presentazione del progetto di Hans Reichle per le 44 statue di terracotta degli Asburgo da collocare nel loggiato del cortile rinascimentale della Hofburg.

L’imponente disegno preparatorio per le statue della genealogia degli Asburgo riunisce tutte le originarie 44 figure degli Asburgo, corredate ciascuna dall’impresa, dal motto e dall’epigrafe rispettivi, realizzate in terracotta dallo scultore Hans Reichle tra il 1596 e il 1601 per la Hofburg di Bressanone. Di ciò, oggi, restano 24 statue nelle nicchie tra le arcate del loggiato del cortile e altre otto nelle nicchie del passaggio per il cortile interno, ancora due statue esposte nell’annesso Museo Diocesano e infine quelle custodite, due, al Tiroler Landesmuseum Ferdinandeum di Innsbruck e una al Maximilianmuseum di Augusta; le restanti sette statue si considerano disperse. Dei tondi con le imprese e i motti in rilievo, sussistono i ventiquattro apposti sulle statue nel loggiato della Hofburg e i sei che si trovano nel Museo Diocesano. Delle targhe con le epigrafi in latino, invece, non si è conservato alcun esemplare.

Le raffigurazioni hanno massimamente un modello di riferimento in quelle presenti nell’opera “Imagines gentis Austriacae” di Francesco Terzio (1569). Essa comprende accurate incisioni di ritratti a figura intera di imperatori, re e principi della casa regnante degli Asburgo, incluse le consorti e i precursori leggendari della saga dinastica. Al disegno non può attribuirsi una paternità, che resta ignota, ma si può rilevare il suo carattere vincolante sul lavoro di Reichle, le cui statue sono state modellate seguendo i modelli grafici delle personalità da effigiare; le uniche libertà creative dello scultore, in deroga alle rigorose direttive della committenza, riguardano infatti soprattutto dettagli decorativi.

L’opera d’arte del mese di giugno fa parte della mostra temporanea “Disegni barocchi” e rimanerà esposta fino al 27 settembre 2015.