Martin Rainer e Bressanone

Il rinomato scultore sudtirolese Martin Rainer visse e lavorò a Bressanone per quasi 50 anni. Il Museo Diocesano dedica all’artista, che è morto l’anno scorso e che avrebbe compiuto 90 anni il 7 aprile di quest’anno, una delle due stanze brissinesi riaperte. Per quanto le sue numerose opere – croci per tombe cimiteriali, monumenti ai caduti, fontane, altari oppure sculture e medaglie – siano presenti in tutto l’Alto Adige ed oltre, fu soprattutto la sua patria adottiva Bressanone ad assumere un ruolo peculiare nel suo percorso artistico. Lo testimoniano bene le opere legate direttamente a questa città.

Rainer_DonFranco
Canonico don Giuseppe Franco, bronzo, a. 76 cm, 1985