AxelTrolese.1800x900

Solo… più piano

Axel Trolese, pianista e vincitore del Premio Roberto Mellini, si esibisce con musiche di R. Schumann, I. Albeniz und F. Chopin nella Sala imperiale della Hofburg.

Venerdì, 16 agosto 2019
Inizio: ore 20.30
Sala imperiale

Ingresso: offerta libera

 Nell’ambito del Festival Più Piano.
Un concerto dell’Associazione Culturale Ars Modi in collaborazione con Premio Roberto Mellini, Pro Cultura Bressanone e Hofburg di Bressanone.

Axel Trolese è nato a Genzano nel 1997 e ha iniziato a suonare a 5 anni, incuriosito da un pianoforte verticale già presente nella sua casa. Da allora, ha seguito il naturale percorso di crescita in Italia, diplomandosi al Conservatorio Monteverdi di Cremona con Maurizio Baglini. Ora vive tra Parigi, dove ha appena conseguito la laurea magistrale al Conservatorio Nazionale Superiore con Denis Pascal, e Roma, dove sta frequentando l’Accademia di Santa Cecilia con Benedetto Lupo.

Interprete sensibile della musica francese, nel 2016 ha registrato il suo primo disco “The Late Debussy: Etudes & Epigraphes Antiques”, che è stato molto apprezzato sulle testate cartacee e online più importanti, tra cui Repubblica, Musica, Amadeus, il Giornale della Musica e il Corriere dello Spettacolo.

Ha partecipato a diversi concorsi quali “Ettore Pozzoli International Piano Competition”, “Premio Venezia” e “Grand Prix Alain Marinaro” ricevendo importanti riconoscimenti e ha conseguito il “Premio Italia Giovane” che coinvolge ogni anno i più brillanti giovani talenti italiani in tutti i campi.

Si è esibito in molte sale da concerto importanti in Europa e nel mondo, tra cui l’Auditorium Parco della Musica di Roma, il Teatro La Fenice di Venezia, gli Istituti Italiani di Cultura di Parigi e Budapest, la Millennium Concert Hall di Pechino, l’Ambasciata Americana di Parigi, l’Abbazia di Beaulieu nell’Hampshire, l’Académie de France a Roma, il Palazzo del Quirinale, l’Amiata Piano Festival, il Museo di Belle Arti di Rouen, l’Accademia Filarmonica Romana, la Weimarhalle di Weimar e la Fazioli Concert Hall di Sacile. Alcuni dei suoi concerti sono stati trasmessi in diretta da Radio3, France Musique e Venice Classic Radio. Come camerista ha collaborato con il Quartetto di Cremona e con il Quartetto Guadagnini; ha suonato anche con orchestre quali la Jenaer Philharmoniker e direttori come Markus L. Frank, Ovidiu Balan e Jesús Medina.

Trolese è apparso in un documentario di ARTE dedicato al compositore italiano Roffredo Caetani (spiegando e suonando alcuni suoi pezzi sul pianoforte gran coda Bechstein regalatogli da Franz Liszt) e nella masterclass-documentario “Dentro la musica” con Roberto Prosseda su SkyClassica. È anche protagonista principale e pianista del cortometraggio “Danza Macabra” del regista italiano Antonio Bido, ispirato dal famoso poema sinfonico di Saint-Saëns.

A partire da ottobre 2019, Trolese proseguirà la sua formazione presso la Chapelle Musicale Reine Elisabeth a Waterloo (B) e, in quanto “Artist in Residence”, riceverà i consigli di Louis Lortie.

Ulteriori informazioni sul pianista sul sito di Axel Trolese.