Toni Kirchmayr e la Prima Guerra Mondiale

La mostra nella cantina medievale della Hofburg propone opere dell’arstista Toni Kirchmayr (1887–1965) dalle collezioni del Museo Diocesano.

L’artista Toni Kirchmayr nacque a Schwaz, ma viveva e lavorava soprattutto a Innsbruck. Partecipò alla Prima Guerra Mondiale come Unterjäger (caporale) volontario di un anno. Tra il 1917 e il 1918, durante il conflitto, creò il monumentale trittico (2 x 5 m) per la cappella imperiale di Lavarone, progettata ma mai realizzata. L’impressionante opera, nel 1920, venne esposta a Salisburgo e Vienna e infine donata dallo stesso artista al Museo Diocesano di Bressanone.

Dopo la guerra, Toni Kirchmayr ha dipinto una serie di monumenti ai caduti, tra cui per la Chiesa di San Leonardo presso Bressanone: lo schizzo, firmato e datato 1920 (210 x 255 mm), ritrae fedelmente sia la località che precisi individui di San Leonardo. Per motivi di conservazione potrà essere ammirato in occasione della mostra temporanea solo dal 4 agosto.

Inoltre sono esposti due altari da campo con tutto il necessario alla celebrazione della messa.