Arte del XIX e del XX secolo

L’arte del primo XIX secolo è in parte contraddistinta da artisti ancora molto legati alla tradizione barocca, quali ad esempio Josef Schöpf o i fratelli Johann e Josef Renzler, dei quali il Museo espone diverse opere. L’iconografia dell’arte sacra del XIX secolo è tuttavia ampiamente dominata dai Nazareni e tale tendenza nella pittura è ben rappresentata da opere di diversi artisti, tra i quali Franz Hellweger, Caspar Jele, Johann Strasser o Martin Alois Stadler. Una grande rilevanza va attribuita al pittore Albrecht Steiner von Felsburg soprattutto nell’ambito del restauro del duomo di Bressanone nel tardo XIX secolo. Altre opere degne di nota sono quelle di artisti come Giuseppe Craffonara, Cosroe Dusi e Johann Ertl, che non possono essere classificati tra i Nazareni. Il XIX secolo si chiude con una delle prime opere di Albin Egger Lienz, La resurrezione di Lazzaro, datata 1899.

Hellweger_Detail
Madonna con paesaggio, Franz Hellweger, 1848, olio su tela

L’arte sacra del XX secolo non è mai stata una priorità nell’attività di acquisizione del Museo, che tuttavia la celebra degnamente con alcune opere significative: un trittico di San Francesco di Peter Fellin, due raffigurazioni della Pietà di Karl Plattner, molto differenti tra loro, la scultura in bronzo di una Pietà di Martin Rainer, nonché lavori di Maria Delago, Karl Grasser, Oswald Kollreider e Franz Kehrer.

Plattner_Alsack
Compianto di Cristo, Karl Plattner, 1952